Aggettivi numerali (Adjetivos numerales italianos)

This post is also available in: Italiano English Español

Adjetivos numerales italianos (texto en italiano)

Forniscono indicazioni precise di quantità circa il nome al quale si riferiscono.
Es. La mano ha cinque dita. Gennaio è il primo mese dell’anno. Quattro è il doppio di due.

Gli aggettivi numerali si distinguono in tre tipologie principali: cardinali, ordinali, moltiplicativi:
– gli aggettivi cardinali determinano in modo assoluto la quantità numerica del nome al quale si riferiscono:
uno, due, tre, quattro… cento, mille…duemila… centomila… un milione…

Sono invariabili, ad eccezione di uno, che al femminile ha la forma una e di mille, che al plurale ha la forma -mila:
Es. Ho pagato quel quaderno un euro. Per questa ricetta occorrono una sogliola e un po’ di prezzemolo. Per assistere la popolazione dopo il terremoto sono stati inviati duemila soldati

Gli aggettivi numerali cardinali corrispondono alla serie infinita dei numeri; vengono scritti in cifre nei testi di carattere tecnico-scientifico; è invece consigliabile usare la rappresentazione in lettere nei testi finalizzati ad altri scopi comunicativi.
I cardinali composti da più elementi che terminano con -tre vanno accentati: ventitré, cinquantatré.
– gli aggettivi ordinali indicano l’ordine di successione (cioè il posto d’ordine che una persona o una cosa occupano) in una serie numerica.
Es. L’indice si trova nella seconda pagina del libro.

Possono essere rappresentati anche con le cifre romane: I, II, III, IV,V, X…., oppure con le cifre arabe accompagnate dall’esponente ° (1°, 2°, 3°…) o da a (prima, seconda, terza…).

Sono tutti variabili per genere e per numero
Es. Il primo giorno di scuola; la prima classe della scuola secondaria…

Si considerano aggettivi numerali ordinali anche ultimo, penultimo, terzultimo, ecc…
– gli aggettivi moltiplicativi indicano di quante volte una quantità è maggiore rispetto a un’altra: doppio, triplo, quadruplo, quintuplo.
Es. A causa del traffico, ho impiegato il doppio del tempo usuale per venire a scuola.

Sono variabili nel numero e nel genere.
Es. Quest’anno faremo i doppi turni.
Il loro uso è limitato alle prime cifre; oltre i primi cinque moltiplicativi è preferibile dire: sei volte, sette volte, otto volte….).

Sono considerati moltiplicativi anche gli aggettivi duplice, triplice, quadruplice.
Rientrano nell’ambito degli aggettivi numerali vari nomi o locuzioni che indicano una quantità numerica; si tratta dei numerali distributivi (a uno a uno; due per volta; a tre a tre), frazionari (un terzo; tre quarti), collettivi (paio, coppia, decina, dozzina, centinaio, migliaio, biennio, triennio, ventennio, bimestre, trimestre, duo, trio, quartetto…).


Solicita a Speak Up Italian un profesor experto de gramática italiana.

Para más informaciones:  Hacer click aquí

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *